Tag

, , , , , ,

5476d7dd8e2f3Ieri mattina hanno preso il via  le Clinics del Berklee College of music di Boston, e Perugia ha cominciato a respirare l’inconfondibile aria di Umbria Jazz (che prenderà il via venerdì).
Sono 204, quest’ anno, gli iscritti ai seminari, e arrivano praticamente da tutto il mondo (Stati Uniti, Russia, Cina, Giappone, America Latina compresi) per approfondire il linguaggio del jazz  nella più famosa scuola di musica popolare del mondo. Giovanni Tommaso, direttore dei corsi, riferisce che sono ben tre le classi di canto, tenute da altrettanti docenti, con specializzazione per jazz, blues e soul. Altre classi tradizionalmente richieste sono quelle di batteria, chitarra e pianoforte.
Alla fine dei seminari vi saranno le esibizioni degli allievi, per alcuni dei quali, i più bravi, sarà aperto anche, il pomeriggio di venerdì 15 e sabato 16, il palco dei Giardini Carducci. La scuola  assegnerà anche borse di studio per un totale di 150 mila dollari per seguire i corsi nella sede di Boston.
Questo è il trentunesimo anno che il Berklee sposta per due settimane le sue aule a Perugia per offrire agli iscritti l’opportunità di studiare con un metodo didattico che ha sempre dato buoni frutti: dall’anno della fondazione, il 1945, per il Berklee sono passati, tra i tanti,Diana Krall, John Scofield, Bill Frisell, Branford Marsalis, Esperanza  Spalding, Steve Vai, Gary Burton, Chaka Khan, Tony Bennett, Joe Zawinul, Joe Lovano,  Pat Metheny. Complessivamente i diplomati del Berklee hanno vinto nelle loro carriere oltre 250 Grammy Awards.
Comunicato stampa a cura di Cristiano Romano
Annunci