Tag

, , , , , , , , , , , ,

ph Cinzia GuidettiLeggi il mio articolo sul La Gazzetta di Lucca oppure qui sul mio blog.

Si è concluso ieri sera, venerdì 13 giugno, ‘Anfiteatro Jazz’, la kermesse che per una settimana ha portato la musica da tutto il mondo nella piazza ellittica di Lucca, animando la vita dei lucchesi e non solo.

La serata finale ha visto sul palco un nome importante della musica italiana: Rossana Casale accompagnata da un trio formato da Emiliano Begni al pianoforte, Ermanno Dodaro al contrabbasso e Francesco Consaga al sax soprano e tenore.

Il progetto ‘Il signor G e l’amore’ è stato ideato dalla Casale che ha raccolto in un cd gran parte delle canzoni che Gaber e Luporini hanno scritto sull’amore. L’idea è nata grazie all’amicizia e la stima che la cantante ha per Gaber, e ai vari festival Gaber a cui ha partecipato. La voglia di raccontare solo le parole d’amore è scaturita da una scelta stilistica: Gaber e Luporini hanno detto molto sull’uomo, ma poco sull’amore, anche se non per questo quello che hanno scritto è da considerarsi meno importante. Così Rossana Casale ha deciso di raccogliere, scegliendo tra i vari lavori, i brani caratteristici che più si avvicinavano anche alla sua sensibilità per poter avere, e soprattutto dare al pubblico, un confronto migliore.

Le canzoni, unite alle letture di poeti come Alda Merini, Jorge Luis Borges, e anche a qualche poesia della stessa Casale, hanno dato vita a una spettacolo raccontato che ha percorso così la storia degli ‘amori’, scaldando il cuore del pubblico entusiasta: una piazza completamente piena, circa un migliaio di persone calorosissime, che, sedute nella platea, nelle sedie dei locali o in piedi, hanno assistito al concerto, applaudendo al gruppo che ha ringraziato Lucca con un paio di bis.

Annunci