Tag

, , , , , , , , , , , ,

conferenzastampaLeggi il mio articolo sul La Gazzetta di Lucca oppure qui sul mio blog .

Grande ritorno a Lucca con ‘Sonata di mare’, il progetto didattico-culturale cofinanziato con il Fondo europeo dello sviluppo regionale, che quest’anno introduce una grossa novità: un concorso fotografico.

Sei i concerti di questa edizione che si dipaneranno da domani, sabato 7 giugno, fino a venerdì 10 ottobre 2014, all’interno di quattro prestigiose manifestazioni jazz: Anfiteatro Jazz, Massarosa Jazz Fest, Barga Jazz Festival e Lucca Jazz Donna.

All’incontro di questa mattina, a palazzo Ducale, sono intervenuti la vicepresidente della provincia Maura Cavallaro, l’assessore alla cultura del comune di Lucca, Alda Fratello, il referente scientifico di ‘Sonata di Mare’, il professore Renzo Cresti, nonché direttore artistico di Anfiteatro Jazz, e il direttore artistico di Photolux, Enrico Stefanelli. Presenti in sala anche Vittorio Barsotti, presidente del Circolo Lucca Jazz e Paolo Caivano, direttore artistico di Massarosa Jazz Fest.

Due gli obiettivi che la manifestazione ‘Sonata di mare’, che vede la provincia di Luccapartner, si prefigge: il primo quello di trasferire alle nuove generazioni i saperi musicali della tradizione, e le loro eventuali contaminazioni. Ad emblema di questo obiettivo il concerto d’apertura di domani, sabato 7 giugno, dove le orchestre delle scuole secondarie di primo grado ad indirizzo musicale di Castelnuovo di Garfagnana, Piazza al Serchio, Gramolazzo, Porcari e Seravezza, daranno vita al progetto musicale che hanno sviluppato nei cinque mesi, da dicembre fino a giugno, in cui hanno studiato jazz, effettuando un percorso conoscitivo di avvicinamento al questo genere musicale, sotto la guida artistica di Pietro Gaddi e Alessandro Rizzardi.

“Se non si convincono i giovani non arriveremo da nessuna parte, e il jazz nelle scuole fa ancora fatica ad entrare – spiega rammaricato Renzo Cresti -. Si studia raramente nelle scuole medie a indirizzo musicale, nelle scuole superiori e anche nei conservatori. Io insegno storia del jazz al conservatorio, ma non ho colleghi che insegnano strumento jazz. Questo solo per portare l’attenzione su quanto ancora c’è da fare per far conoscere questa musica ai ragazzi”.

Il secondo obiettivo di ‘Sonata di mare’ progetto, denominato trasfrontaliero, è quello di approfondire le possibili contaminazioni tra le forme musicali tradizionali e quelle contemporanee cercando di unirle. E emblema di ciò gli altri quattro concerti, di cui due all’interno di Anfiteatro Jazz, il 9 e 11 giugno: ‘Incontro fra Sardegna e Toscana: dalla musica popolare al jazz’ e ‘Giocando con le tradizioni, una geografia di suoni’.
“Si parte da culture autocotone, Sardegna  e Toscana –  spiega Cresti – e attraverso la rielaborazione non solo della musica, ma anche della cultura si attua una trasfigurazione del linguaggio jazzistico; e il trio di Gavino Murgia, uno dei musicisti sardi più conosciuti farà proprio questo lunedì 9. Mentre il giorno 11 ‘Orchestrada’ si occuperà di abbracciare le culture che guardano a est, verso la musica balcanica”.

Gli altri appuntamenti saranno il 21 giugno con ‘Suoni e cibi del mediterraneo’ con un incontro tra lo chef Cristiano Tomei e uno dei più grandi musicisti sardi, Antonello Salis, per poi proseguire il 21 agosto a Barga Jazz con ‘Mistico Mediterraneo’ che vedrà protagonista la tromba di Paolo Fresu, e per concludere, infine, il 10 ottobre con una lezione concerto ‘al femminile’ per il festival Lucca Jazz Donna.

Ma la novità più importante di quest’anno è il concorso fotografico. La partecipazione è gratuita ed è rivolto ai fotografi sia amatoriali che professionisti. L’iniziativa, che ha lo scopo di promuovere ulteriormente i festival jazz del territorio, è organizzata in collaborazione col Photolux Festival. Il tema è quello dei concerti del circuito musicale e tra i requisiti indicati dagli organizzatori la richiesta di immagini, per ogni partecipante, di almeno due festival del network ‘Sonata di mare’ (per i dettagli www.sonatadimare.eu).

“I lucchesi amano il jazz e ‘Sonata di mare’ vuole andare incontro al loro gusto – ha esordito la vicepresidente Cavallaro – . Questo progetto unisce quattro regioni: Toscana, Liguria, Corsica e Sardegna. Tutti i concerti vedranno l’incontro di varie realtà e culture. Questo è stato uno dei fondamenti che la comunità europea ha chiesto per finanziare questo progetto. Per raccogliere i risultati – conclude la vicepresidente – le forze devono marciare nella stessa direzione, coalizzandosi: questo è uno di quei casi”.

“Un progetto transfrontaliero – esordisce l’assessore Alda Fratello – che unisce culture marittime. La parola che viene spesso sottolineata, progetto transfrontaliero è molto bella, è un neologismo che non si usa di frequente, e sentirla usare in un progetto musicale dà una certa soddisfazione. E’ un progetto che segna una grande rilevanza per Lucca: il jazz è amato in questa città e si coniuga in una prospettiva ampia che riesce ad unire forze diverse, non solamente istituzionali, che possono sostenere questo progetto, anche con esperienze e prospettive diverse”.

Anche Cresti torna sul termine ‘transfrontaliero’: “E’ una parola che dà l’idea di superare le barriere, le frontiere. E il mare, che solitamente divide, in questo ambito unisce – e conclude con una speranza, ricordando le foto dei festival, e incitando i fotografi a partecipare al concorso: “Sarebbe bello riuscire a realizzare un progetto come quello di Laigueglia: ovvero vedere per le strade di Lucca appese tantissime foto di musicisti”.

I programmi dei festival:
Sonata di Mare 2014  www.sonatadimare.eu
Anfiteatro jazz www.comune.lucca.it/anfiteatrojazz
Massarosa Jazz Fest www.massarosajazzfest.it
Barga Jazz Festival  www.bargajazz.it

Annunci