Tag

, , , , , , , , , , ,

ph Fiorenzo Sernacchioli

Leggi il mio articolo sul La Gazzetta di Viareggio oppure qui sul mio blog.

Si è aperta ieri sera, venerdì 8 novembre, nell’inedita cornice del teatro Comunale di Pietrasanta, la terza edizione del Winter Festival.

E la prima serata è stata all’insegna del jazz con due musicisti sacri: il pianista Bob James e il sassofonista David Sanborn, in tournée per presentare il nuovo disco “Quartette Humaine”, un loro personale omaggio al pianista Dave Brubeck, scomparso da quasi un anno, e al sassofonista Paul Desmond che collaborò con Brubeck dal 1951 al 1967.

Alle 21.20 James e Sanborn hanno fatto il loro ingresso sul palco affiancati da altri due nomi importantissimi del panorama jazzistico: Scott Colley al contrabbasso e Steve Gadd alla batteria.

Le premesse erano buone, ma la serata ha faticato a decollare: gli artisti (reduci da una serata a Catania per il festival Catania Jazz, il 6, e al Blue Note di Milano, il 7) sono sembrati stanchi e distratti. La platea, formata prevalentemente da musicisti, ha ascoltato lo stesso con interesse e attenzione, senza lesinare sugli applausi.

Molti batteristi in sala, venuti espressamente per vedere Gadd, avranno potuto appurare che il motore della serata è stato invece il contrabbassista Scott Colley, che da solo, in un angolo del palco, ha tenuto le fila della performance, infiammando durante due soli, il pubblico.

Il repertorio della serata ha spaziato da brani dell’ultimo lavoro, a quelli dell’album dove avevano precedentemente collaborato James e Sanborn: “Double Vision”, del lontano 1986. Il due leader non hanno mancato di presentare i brani eseguiti, alternandosi nel prendere la parola.

Dopo circa cinquanta minuti i musicisti hanno iniziato a scaldarsi e la performance ha preso un’altra direzione. Sul brano “Maputo” del bassista Marcus Miller, contenuto nell’album “Double vision”, la platea è rimasta ammaliata, e la serata è proseguita fino alle 23, grazie anche a due bis richiesti dalla platea.

Le prossime date del Winter Festival invece si terranno tutte al teatro del Giglio, come consuetudine. E il prossimo concerto sarà mercoledì 27 novembre, con l’orchestra di Piazza Vittorio e Ginevra di Marco.

Annunci