Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Il Sindaco e Presidente della Fondazione Giacomo Puccini, Alessandro Tambellini, Simonetta Puccini, il prefetto Giovanna Cagliostro e il direttore della Fondazione Giacomo Puccini, Gabriella Ravenni ph Fiorenzo Sernacchioli

Leggi il mio articolo sul La Gazzetta di Lucca oppure qui sul mio blog.

Grande successo, ieri, sabato 24 agosto, per l’inaugurazione del nuovo bookshop/biglietteria del Puccini Museum – Casa natale in piazza Cittadella, 5. Alle 19, con il taglio del nastro da parte del Sindaco e Presidente della Fondazione Giacomo Puccini, Alessandro Tambellini, e la benedizione del vescovo Italo Castellani, l’apertura è stata ufficializzata. Presente anche Simonetta Puccini, ultima erede del Maestro. Il sindaco ha ringraziato la direttrice della Fondazione Giacomo Puccini, Gabriella Biagi Ravenni per il grande lavoro che è stato fatto, e tutti quelli che hanno partecipato alla realizzazione del bookshop e della serata. La biglietteria è  già attiva da mercoledì 21 agosto e ha già riscontrato un grande successo di vendite.

Per festeggiare l’evento dell’ufficializzazione è stato organizzato dalla Fondazione Giacomo Puccini un concerto in collaborazione con “Lucca Opera Festival”. Gli interpreti della serata, arrivati in carrozza, lasciando i presenti sbalorditi, sono stati: Valentina Corradetti e Anna Maria Sarra (soprano), Nadia Pirazzini (mezzosoprano), David Ferri Durà (tenore), Mattia Campetti (baritono) accompagnati al pianoforte da Jonathan Brandanti. In repertorio non solo di musiche di Giacomo Puccini, ma anche due omaggi a Giuseppe Verdi per festeggiare il duecentenario dalla nascita.

Grande successo anche delle visite guidate al Puccini Museum dalle 21.00 alle 24.00, organizzate per la notte bianca.  Gli ingressi gratuiti sono state ogni 30 minuti (21.00, 21,30, 22.00, 22.30, 23.00, 23.30) per gruppi di venticinque persone, e hanno riscontrato il tutto esaurito. Simpatica, e utile per regolamentare gli accessi, l’iniziativa di distribuire cartoline omaggio (esaurite in 20 minuti) con l’indicazione dell’orario di accesso a visitatori. Questa idea ha permesso alle persone di presentarsi al Museo dieci minuti prima dell’ingresso stabilito invece di aspettare in fila tutta la sera.

Annunci