Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

ph Fiorenzo Sernacchioli

Leggi il mio articolo sul La Gazzetta di Lucca oppure qui sul mio blog.

“Yfirborð£, è il brano con cui hanno aperto ieri sera, sabato 27 luglio, al Summer Festival i Sigur Rós. 4 mila le persone in piazza Napoleone hanno ascoltato la musica del gruppo islandese in religioso silenzio; l’esecuzione dei brani è stata interrotta solo dai forti scrosci degli applausi dei fan.

Jón Þór Birgisson (Jónsi) alla voce, chitarra e sintetizzatore, Georg Hólm (Goggi)  al basso e alle tastiere e Orri Páll Dýrason alla batteria e percussioni, coadiuvati da sei musicisti: tre archi e tre ottoni (tromba, trombone e corno) hanno dato vita a una spettacolo di due ore in cui la musica si è unita alle luci, ai colori e ai filmati proiettati alle spalle del gruppo, in una perfetta scenografia che ha incantato la platea. La musica, unita alle immagini, ha creato la perfetta atmosfera per la riuscita del concerto.

La scelta del repertorio ha spaziato da brani tratti dall’ultimo album dal titolo “Kveikur” come “Brennisteinn” e “Hrafntinna”, che il gruppo sta portando in tour adesso, fino a brani tratti dal secondo album “Ágætis byrjun”come “Olsen Olsen”, apprezzatissima dalla platea. Magica “Varúð” dal penultimo lavoro, “Valtari”.

Dopo un’ora e mezzo il gruppo ha concluso con “Festival” ed è uscito di scena. Il pubblico, pienamente soddisfatto ha però richiesto a gran voce un bis: due i brani che il gruppo ha scelto “Lagið Í Gær” e “Popplagið”, che ha mandato il pubblico in estasi.

Annunci