Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

ph Fiorenzo Sernacchioli

Leggi il mio articolo sul La Gazzetta di Lucca oppure qui sul mio blog.

La prima delle due tappe italiane del tour del gruppo “Earth, Wind & Fire, ha toccato Lucca. Ieri sera, lunedì 22 luglio la band è salita sul palco del Summer Festival acclamata dalla folta platea.

“Now, then & forever” è il titolo dell’ultimo album, che uscirà a settembre dopo otto anni di silenzio e che il gruppo sta promuovendo con questa tournée. Alcuni dei brani come “My promise”, “Shining star” e “Serpentine fire”, acclamatissimi dai fan, e contenute dell’ultimo lavoro in studio, sono stati eseguiti ieri sera.

Il gruppo attuale include tre storici elementi come Verdine White alla voce e sempre istrionico al basso, Ralph Johnson e Philip Bailey, quest’ultimo presentato come “The voice” entrambi alla voce. E Bailey, forte del soprannome, non ha mancato di incantare la platea su “Head to the sky” con il suo falsetto.

Ma il gruppo è passato anche per brani storici come “Fantasy”, “Boogie wonderland”, “September” (dove tutto il pubblico ha cantato) e “Kalimba story” con la kalimba suonata da Bailey che ha lasciato la platea al contempo affascinata e incuriosita dallo strumento inusuale.

Ottima la sezione fiati formata da Gary Bias al sax contralto, Bobby Burns Jr alla tromba e Reggie Young al trombone: un vero motore funky del gruppo. Ma nella line up del gruppo fanno parte anche altre due voci: Philip Bailey Jr, figlio di Bailey, e B. David Whitworth molto applaudito dal pubblico; Myron McKinley alle tastiere, Greg Moore e Morris O’Connor alle chitarre e John Paris alla batteria.

La platea, già in piedi al quarto pezzo, ha ballato e cantato i brani del gruppo. Uno show di un’ora e mezzo pieno di energia e grinta per uno dei gruppi che ha fatto la storia della musica funky. Alla fine un bis richiestissimo e gli “Earth, Wind & Fire “ sono usciti nuovamente per eseguire un altro classico “In the stone”.

Annunci