Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Leggi il mio articolo sul La Gazzetta di Viareggio oppure qui sul mio blog.

Apertura in grande stile del locale Paranoid a Viareggio. Un successo per Monica Gabbolini, la “padrona di casa”.

Ieri sera, giovedì 4 luglio, sono state addirittura tre le band che si sono alternate sul palco: i “Furious” specializzati in cover metal che hanno presentato brani inediti, poi i “Zeppelin Graffiti”, tribute band dei Led Zeppelin e infine i “The Rose”, tributo internazionale di Janis Joplin.

“L’inaugurazione di una nuova realtà musicale per far conoscere il rock in Toscana mi rende molto felice” racconta Tara degl’Innocenti, voce dei “The Rose”, a cui si unisce anche il pensiero di Claudio Borgucci, voce degli “Zeppelin Graffiti”, che sottolinea il fatto che oggi giorno, con la crisi economica, sia al contempo coraggio e difficile aprire un locale.

I due leader raccontano come le rispettive band siano accorse con entusiasmo all’apertura del “Paranoid” “perché è sempre un piacere avere nuovi spazi dove fare musica dal vivo ed è anche un piacere maggiore se sono curati come il locale di Monica” ha sottolineato Borgucci.

La prima band ha suonato brani inediti, per secondi si sono esibiti gli “Zeppelin Graffiti” e per ultimi i “The Rose”. Oltre ai brani di Janis Joplin Tara degli’Innocenti ha presentato due suoi inediti: “Sara”, dedicato a una bambina; un brano molto profondo sul difficile rapporto tra un padre e una figlia (che consigliamo di ascoltare al seguente link http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=kvlkLVHylJs ), e “Non ancora” dedicato, invece, a una storia d’amore molto sofferta e adesso terminata. Il brano racconta di quello che si sente e di quello che lascia una relazione che finisce. I due pezzi fanno parte del disco di inediti “The rock with the blues con l’anima fuori” che Tara sta incidendo in questo periodo. Ad accompagnarla in questa nuova avventura due dei musicisti dei “The Rose”: Alberto “Capello” Mattioli alla batteria e Marco “Zeenze” Zenzocchi al basso e una new entry: Francesco Addis alla chitarra. Ed è stato proprio Addis ad accompagnare ieri sera i “The Rose” in sostituzione del chitarrista ufficiale Oscar Bauer. E come ha sottolineato la leader orgogliosa: “Francesco ha anche imparato i brani in tre giorni: è stato bravissimo”.

E allora “Lunga vita al rock”, come sottolinea Tara Degl’Innocenti a fine intervista.

Che Paranoid sia!

Annunci