Tag

, , , , , , , , ,

Gabriela EcheverriaLeggi il mio articolo sul La Gazzetta di Lucca oppure qui sul mio blog.

Il cattivo tempo non ha risparmiato la serata al Bar Micheli di ieri sabato 29 giugno. La terrazza, off-limits a causa del brutto tempo, non ha però demoralizzato Giampiero Micheli che ha portato avanti il suo appuntamento del sabato “Sabor latino en la terraza”, e ha ospitato, questa volta, i “Lab Project Trio”. Il live si è tenuto così all’interno del locale. L’ottima paella, accompagnata alla sangria, è stato il piatto principale di una serata più spagnoleggiante.

Il “Lab Project Trio” nasce tre anni fa come costola del gruppo “Carlito Brigante Ensamble”, ospite molto spesso del Bar Micheli, ed è formato da Gabriela Echeverria (voce, flauti e percussioni), Gianluca Grisafi (voce, chitarra, charango), e Samuele Ricci (percussioni). Giampiero, incuriosito da questo trio, e sempre attento a scegliere le giuste sonorità, non ha mancato di ospitarli.

“Il gruppo nasce”, raccontano i componenti, “dall’idea di migliorarci tutti ritmicamente. Poi dallo studio e dal confronto e venuta fuori l’idea di mettere su dei brani, prima della tradizione cubana e poi di altri generi, dal pop, al rock. Però le nostre sonorità sono latine e di conseguenza si è creata una miscela tra il latin, che è la base fondamentale del nostro lavoro, e tutto il resto. Quello che in realtà vogliamo fare è proporre un sound diverso da quello che si sente normalmente. Vorremmo, inoltre, che da un laboratorio di sperimentazione ritmica diventasse un laboratorio di sperimentazione sonora per acquisire un suono talmente nostro, che si riconosca da tutto il resto. E poi non è detto che non venga fuori qualche idea e si cominci a fare qualche pezzo nostro”.

Gianluca Grisafi

“Per mettere su questo progetto” racconta Gabriela Echeverria “Gianluca ha studiato e si è perfezionato sotto la guida di Giulio D’Agnello, approfondendo in particolare lo studio del charango, Samuele è stato a Cuba e in Colombia a studiare con persone della zona, e io ho ripreso a studiare il flauto che suonavo con mio padre che è musicista”.

“La cosa che mi piace di questa situazione musicale” racconta Gianluca Grisafi, “è il fatto che ci alterniamo gli strumenti: dalla voce, ai flauti, alle percussioni, agli strumenti a corda. Una delle novità che ci sarà a breve sarà aggiungere il basso, che suonerò io, mentre Gabriela mi accompagnerà con la chitarra”.

Samuele Ricci

Le serate al Bar Micheli “Sabor latino en la terraza” continuano.

Per tutte le info www.barmicheli.it

 

Annunci